Caro Energia: imprese in crisi

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha segnalato nel primo trimestre del 2022 un aumento della bolletta dell’elettricità del 55% e quella del gas del 41,8%.

Se nei prossimi mesi i prezzi dell’elettricità non diminuiranno, “i maggiori costi per i piccoli imprenditori saliranno nel 2022 a 42,2 miliardi in più rispetto al 2021”.

A causa del caro bolletta, da qui ai primi sei mesi del 2023 in Italia saranno a rischio circa 120 mila imprese di lavoro del settore terziario e 370 mila posti di lavoro.

Questo è quanto emerge dalle stime di Confcommercio-Imprese per l’Italia in merito alla continua crescita dei costi dell’energia e a un’inflazione prossima all’8% dovuta per quasi l’80% proprio all’impennata dei prezzi delle materie prime energetiche.

Uno scenario drammatico anche per quanto riguarda gli artigiani italiani.

Da settembre 2021 ad oggi le micro e piccole imprese hanno pagato per l’energia elettrica 21,1 miliardi in più rispetto all’anno precedente.

Secondo Confcommercio, i settori più esposti sono il commercio al dettaglio, in particolare la media e grande distribuzione alimentare che a luglio ha visto quintuplicare le bollette di luce e gas, la ristorazione e gli alberghi con aumenti tripli rispetto a luglio 2021.

Altro settore a rischio è quello dei trasporti che oltre al caro carburanti (+30-35% da inizio pandemia ad oggi) si trova ora a dover fermare i mezzi a gas metano per i rincari della materia prima.

Confcommercio sottolinea che a risentire pesantemente di questa situazione saranno anche i liberi professionisti, le agenzie di viaggio, le attività artistiche e sportive, i servizi di supporto alle imprese e il comparto dell’abbigliamento.

 

Decreto Aiuti Bis 2022

Misure urgenti in materia di energia, emergenza idrica, politiche sociali e industriali: ecco cosa prevede il nuovo decreto aiuti bis.

  1.  contrasto al caro-energia e carburanti

    • interviene  rafforzando il bonus sociale elettrico e gas per il quarto trimestre 2022, tutelando i clienti vulnerabili nel settore del gas,
    • interviene sospendendo le modifiche unilaterali dei contratti di fornitura di elettricità e gas
    • azzera gli oneri generali di sistema nel settore elettrico anche per il quarto trimestre 2022
    • riduce l’IVA per le somministrazioni di gas metano per combustione per usi civili e industriali nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2022.
    • proroga crediti d’imposta in favore delle imprese anche per il terzo trimestre 2022
    • dispone la proroga della riduzione dell’accisa sui carburanti sino al 20 settembre 2022
  2. contrasto all’emergenza idrica
    • stanzia risorse a favore delle imprese agricole colpite dalla siccità,
    • consente alla Protezione civile di chiedere in anticipo lo stato di emergenza in caso di siccità.
    • stanzia risorse a favore degli enti territoriali, nella forma di contributi straordinari per complessivi 400 milioni di euro in favore di comuni, città metropolitane e province,
    • prevede la proroga al 2023 della sospensione del rimborso delle anticipazioni di liquidità in favore delle Regioni a seguito del sisma del 2016.
    • stanzia risorse per favorire la ricostruzione post-sisma del 2012 in Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto.
  3. il sostegno agli enti territoriali
    • dispone la riduzione del cuneo fiscale in favore dei lavoratori dipendenti per i periodi di paga dal 1° luglio al 31 dicembre 2022, inclusa la tredicesima.
    • prevede l’anticipo al 1° ottobre 2022 della rivalutazione delle pensioni,
    • prevede l’estensione del “bonus 200 euro” a lavoratori attualmente non coperti
    • rifinanzia per 100 milioni di euro nel 2022 del Fondo per il sostegno del potere d’acquisto dei lavoratori autonomi

Hanno parlato di noi sul Corriere Adriatico, leggi l’articolo

 

IDEA SOC. COOP.

C/O Gross Ancona
blocco I12 giallo
Via Luigi Albertini 36
60131 Ancona
T. +39 071 2119706
info@idea-on-line.it

P.IVA 02333100424

MENU

Privacy Policy

Cookie Policy

ASSOCIAZIONI PARTNER